Blog di sceneggiatura
Pubblicato il da Victoria Lucia

Come scrivere una bozza di sceneggiatura

Scrivi una bozza della sceneggiatura

Allora, hai un'idea per la sceneggiatura, e adesso? Ti immergi subito e inizi a scrivere o fai prima un lavoro di pre-scrittura? Ognuno inizia in modo diverso, ma oggi sono qui per parlarti dei vantaggi di creare una bozza di sceneggiatura!

Mi intrometto e inizio a scrivere una sceneggiatura con uno schema ben congegnato. Il metodo che utilizzo dipende dallo script. Quando mi intrometto, c'è una spontaneità che funziona per certi progetti e le cose mi si rivelano durante il processo di scrittura. Se la tua storia è complessa, molto stratificata o hai davvero difficoltà a gestirla, creare uno schema prima di iniziare può essere di grande aiuto.

Con un clic

Esporta uno script tradizionale perfettamente formattato.

Prova SoCreate gratuitamente!

Scrivi così...
...Esporta in questo!

Quale dovrebbe essere lo schema della sceneggiatura?

Stai scrivendo la bozza per organizzare la storia che stai cercando di raccontare, in modo che possa assomigliare a qualsiasi cosa!

Potresti voler creare qualcosa che assomigli a uno spartito che non sia troppo dettagliato. Questo è qualcosa che ti aiuterà a identificare i momenti chiave della storia. Qualcosa del genere potrebbe finire per durare un paio di pagine.

Oppure potresti voler andare più a fondo. Sto parlando di descrizioni di scene specifiche, suddivisioni dei personaggi, note importanti del mondo. Elenca ogni singola scena se vuoi. Rendilo tuo, includi tutto ciò che ritieni necessario per la sceneggiatura. Usare questo metodo potrebbe significare che ti ritroverai con uno schema di pagina di circa 40 pagine. Se delineamo in modo molto approfondito, sarà sicuramente più facile scrivere la sceneggiatura perché avrai tutto pianificato!

Comunque tu scelga di farlo, è utile lasciare che ti aiuti a delineare la struttura del tuo lavoro. Quindi, se hai una struttura in tre atti, puoi suddividere le cose in ATTO I, ATTO II, ATTO III, e poi pensare a cosa sta succedendo in ogni atto. Pensa a ritmi come i seguenti:

  • ATTO I

    Incidente di provocazione

  • ATTO II

    Interruzione, punto medio

  • ATTO III

    Climax, azione cadente

In te puoi andare più in profondità, includere inversioni, ostacoli, punti di svolta o come vuoi chiamare questi momenti. Pensa solo a tutti quei momenti importanti della tua sceneggiatura e assicurati di scriverli nella bozza

Come scrivo una bozza di sceneggiatura?

Mi piace scrivere prima alla vecchia maniera, scrivendolo a mano. Il mio modo preferito per creare uno schema è utilizzare le schede. Utilizzerò le mie schede per scrivere scena per scena o creerò uno schema generale che copra i miei ritmi principali. Mi piacciono le schede perché mi piace vedere tutto spiegato davanti a me e mi piace anche la chiarezza di poter tenere e sfogliare le carte.

Ma SoCreate ora ha un modo semplice per delineare la tua sceneggiatura, direttamente nel flusso della tua storia! Ciò semplifica il riempimento degli spazi vuoti senza dover fare riferimento a un documento separato o a una scheda.

Descrivi una storia di come SoCreate

Utilizza il pulsante "Aggiungi struttura della storia" nella barra degli strumenti sul lato destro dello schermo per iniziare a creare la struttura della storia nel flusso della storia.

Inizia alla grande aggiungendo attività. La maggior parte delle storie hanno tre atti, sebbene vengano utilizzati anche cinque atti.

Una schermata che mostra come strutturare una sceneggiatura in SoCreate

Successivamente, ti consigliamo di iniziare ad aggiungere sequenza a ciascuna attività. Una sceneggiatura di un lungometraggio avrà circa 10 ritmi narrativi e qualcosa tra le 40 e le 60 scene in totale. Il 20% della tua sceneggiatura è nell'Atto 1, il 55% è nell'Atto 2 e il 25% è nell'Atto 3. Ciò significa che ti serviranno 8-12 scene nell'Atto 1, 12-33 scene nell'Atto 2 e 10-15 scene nell'Atto 3.

Ad esempio, diamo un'occhiata all'Atto 1, utilizzando sequenze e ritmi che di solito si verificano in questo primo atto per creare.

Nel primo atto, la maggior parte dei narratori utilizza 4 diversi ritmi della storia tra cui impostazione, evento incitante, scelta e punto di svolta. Sapendo che il primo atto è composto da circa 8-12 scene, sappiamo che ogni sequenza di battute sarà composta da 2-3 scene per pezzo.

Per aggiungere una sequenza, posiziona semplicemente il puntatore di messa a fuoco (la barra verde sul lato sinistro dello streaming della storia) nel punto in cui desideri inserire la scena e fai clic su "Aggiungi struttura della storia", quindi su "Aggiungi sequenza".

Aggiungi quattro sequenze a questo primo atto e nominale in base alla struttura del ritmo che intendi utilizzare. Poi 2-3 scene tra ogni sequenza.

Puoi aggiungere note ad atti, sequenze e scene per ricordarti cosa potrebbe accadere in ciascuno. Queste note possono essere facilmente rimosse una volta terminato Tuttavia, se scegli di escluderli, non appariranno nella sceneggiatura finale

Una schermata che mostra come aggiungere note a un elemento del flusso di struttura in SoCreate durante la struttura

Una volta che hai finito di aggiungere tutte le sequenze e le scene dell'Atto 1, passa agli Atti 2 e 3. Nell'Atto 2, le tue sequenze includeranno la storia di serie B, il punto centrale, tutto è perduto e il nuovo piano. Nell'Atto 3, la sequenza dovrebbe includere il climax e la conclusione.

Ecco un'analisi approfondita di ogni sequenza di battute che puoi considerare nella tua storia:

Atto 1:

  • Il set up

    Innanzitutto, introdurremo il pubblico nel mondo della storia e daremo loro un'idea di com'è la vita del nostro personaggio principale prima che inizi il suo viaggio. È un'opportunità per mostrare le loro personalità e dare un indizio su cosa potrebbe esserci in serbo per lo sviluppo del personaggio. E non preoccuparti, entreremo anche nel tema della storia, è come un tesoro nascosto che aspetta di essere scoperto. Imposta il tono e lascia che l'avventura abbia inizio!

  • Incidente provocante

    Ora che abbiamo preparato la scena, è il momento delle cose divertenti! L'evento scatenante è come la scintilla nello spettacolo pirotecnico della tua storia. Questo è il momento in cui la vita del nostro personaggio principale prende una brusca svolta e lui entra nell'azione principale. È "Oh no, cosa succede dopo?!" momenti ed è questo che rende la storia degna di essere raccontata. La storia si svolge più tardi a seguito del cambiamento.

  • La scelta

    L'incidente scatenante scuote le cose e il nostro personaggio principale si trova ad affrontare una grande decisione. Rimarranno fedeli alla loro routine o usciranno dalla loro zona di comfort? È come un bivio sulla strada e le scelte che fanno dettano la direzione della storia. E non preoccuparti se all'inizio esitano, è del tutto normale. A volte ci vuole una piccola spinta per diventare avventurosi. Ed è una parte fondamentale del viaggio dell'eroe, quindi facciamo in modo che conti!

  • Turning Point

    Il punto di svolta è come il momento emozionante di una storia in cui il tuo personaggio principale lascia il suo mondo confortevole e familiare alle spalle e si imbarca in un'avventura selvaggia verso l'ignoto. È l'ultimo grande momento prima che la storia abbia davvero inizio e il primo atto finisca. Consideralo come un punto di non ritorno per il tuo eroe! Questo è il momento che mette in moto la storia e entusiasma il lettore per ciò che verrà. In breve, questo è il punto della storia in cui le cose iniziano a diventare davvero interessanti!

Atto 2:

  • La storia di serie B

    La storia di serie B è come un divertente assistente alla trama principale. È un'avventura aggiuntiva che si svolge parallelamente alla storia principale. Considerala come una mini-avventura all'interno di una grande avventura! È qui che l'autore introduce nuovi personaggi, come un potenziale interesse amoroso o altre fantastiche trame secondarie che aggiungono profondità e tensione alla storia principale. B La storia spesso inizia a prendere forma nel secondo atto, quando il personaggio principale prosegue il suo viaggio e incontra nuove persone.

  • Punto medio

    Il punto centrale di una storia è un punto critico nella narrazione in cui vengono fissati i paletti e al pubblico viene fornita una comprensione più profonda delle abilità dei personaggi e dei potenziali conflitti che attendono. A questo punto entrano in gioco ostacoli, sottotrame e altri eventi che mettono in discussione gli obiettivi del protagonista. Il punto medio spesso rappresenta un punto di svolta o una "falsa perdita" per il protagonista, dove può sembrare che abbiano fallito o che il loro obiettivo sia fuori portata. Ciò aumenta la tensione e crea un senso di incertezza nel pubblico sull’esito della storia.

  • Tutto è perduto

    Il momento "tutto è perduto" è quello in cui i protagonisti toccano il fondo dopo aver fallito nel superare le loro sfide. Ogni speranza è perduta e potrebbero pensare che sia finita. Questo crea la massima tensione e spinge il pubblico a chiedersi se riuscirà a superare i propri ostacoli. Ma in realtà si tratta di uno shock temporaneo prima dell’atto finale.

  • Il nuovo piano

    Il momento del “nuovo piano” è come un barlume di speranza nella storia. Dopo aver toccato il fondo, i personaggi trovano un nuovo modo per superare le loro sfide. Potrebbero elaborare un nuovo piano o un nuovo metodo, oppure potrebbero ricevere una nuova informazione che cambia tutto. Indipendentemente da ciò, dà ai personaggi la forza e la motivazione di cui hanno bisogno per andare avanti e risolvere il conflitto una volta per tutte. L'eroe non è più disperato, combatterà per la sua causa. Questo è il momento in cui il pubblico inizia a credere che l'eroe possa effettivamente vincere e la storia inizia a svilupparsi verso una soluzione.

Atto 3:

  • Climax

    Il climax è lo scontro finale della storia in cui la trama principale, la sottotrama e il conflitto si uniscono e il protagonista affronta l'antagonista. Dovrebbe essere emotivamente soddisfacente e ripagare le domande e i temi stabiliti in precedenza nella storia. Questa è la parte più emozionante e intensa della storia, dove tutta l'eccitazione e la suspense raggiungono l'apice.

  • Conclusione

    La conclusione racchiude gli eventi del climax e fornisce un senso di chiusura per il pubblico. Può essere aperto ma deve dare un senso di completamento. È il capitolo finale della storia e un senso di soddisfazione per il pubblico. Il personaggio ritorna al suo status quo o si adatta alla sua nuova normalità.

Dovresti avvicinarti a uno schema nel modo in cui ritieni che funzioni meglio per te. Funzionerà una struttura SoCreate che utilizzi elementi del flusso della struttura della storia, documenti digitati, scritti a mano su un taccuino o scritti su schede; Utilizza il meglio che ti aiuterà nella tua pianificazione !

Prenderti il ​​tempo per lavorare davvero per delineare le tue idee può aiutarti a creare una storia solida e ben ponderata. Può anche farti risparmiare tempo nel seguire le bozze perché, idealmente, non avrai errori enormi o cose che non funzionano in termini di storia perché hai prestato molta attenzione a questi aspetti durante la bozza. Quindi la prossima volta che hai una nuova idea per la sceneggiatura, prova a scrivere una bozza! Buona scrittura!

Potrebbe interessarti anche...

2 modi per scrivere un montaggio in una sceneggiatura tradizionale

2 modi per scrivere un montaggio in una sceneggiatura tradizionale

Montaggi. Conosciamo tutti un montaggio quando lo vediamo in un film, ma cosa sta succedendo esattamente lì? Che aspetto ha il formato della sceneggiatura di montaggio? Cosa succede se il mio montaggio avviene in più di una posizione nella mia sceneggiatura? Ecco alcuni suggerimenti su come scrivere un montaggio in una sceneggiatura che mi hanno aiutato nella mia scrittura. Un montaggio è una raccolta di brevi scene o brevi momenti che vengono raggruppati insieme per mostrare rapidamente un passaggio di tempo. Di solito non ci sono dialoghi o ce ne sono pochissimi in un montaggio. Un montaggio può essere utilizzato per condensare il tempo e raccontarci gran parte di una storia in un breve lasso di tempo. Un montaggio può anche...

Scrivi un flashback in una sceneggiatura tradizionale

Tornare indietro nel tempo: come scrivere un flashback in una sceneggiatura tradizionale

Quando sento il termine "flashback" la mia mente va immediatamente a "Wayne's World", dove Wayne e Garth agitano le dita e dicono "diddle-iddle-um, diddle-iddle-um" e ci dissolviamo nel passato. Se solo tutti i flashback potessero essere così facili e divertenti! Se ti stai chiedendo come scrivere flashback in una sceneggiatura tradizionale, sia in termini di formato, sia come introdurli, ecco alcuni suggerimenti che ho trovato e che potrebbero aiutarti! I flashback dovrebbero essere utilizzati solo quando non c'è altro modo per farci andare avanti nella sceneggiatura senza rivelarci o dirci qualcosa di importante...